Icona RSS Icona-facebook Icona-twitter Follow Me on Pinterest Follow Me on Vimeo

11 febbraio 2014

Motorola si tuffa nel low-cost



Non molto tempo fa vi avevamo parlato della volontà di Xiaomi di introdurre sul mercato uno smartphone a meno di 50$ (trovate l'articolo qui); i cinesi hanno trovato la risposta occidentale: Motorola.

L'azienda americana, ormai di proprietà di Google, era reduce da poco esaltanti risultati nelle vendite del suo top di gamma, il Moto X, incapace di superare le 100.000 unità settimanali, di molto inferiori ai risultati di 5S ed S4, nell'ordine dei milioni.

Queste, ed altre considerazioni, devono aver spinto Motorola a dirottare le proprie risorse su un segmento di mercato di fascia più bassa, potenzialmente più redditizio. È questo il caso del Moto G, device proposto al prezzo di 179 $, certamente più accessibile di altri suoi colleghi più 'blasonati', ma capace di garantire comunque ottime performance. 

Non sembra però bastare a Dennis Woodside, CEO di Motorola, che in una recente dichiarazione ha affermato: 'In gran parte del mondo 179 $ sono una cifra considerevole, c'è un grande mercato nella fascia di prezzo inferiore; è a questa che ci rivolgeremo, e presentare un prodotto valido è fondamentale. Perché prodotti simili non possono essere venduti a 50$? Non c'è motivo che questo non accada, per cui spingeremo in questa direzione.'

L'idea che Motorola riesca davvero nel suo intento è difficile e allettante al tempo stesso, ma, avendo alle spalle un colosso come Google, tutto è possibile.