Icona RSS Icona-facebook Icona-twitter Follow Me on Pinterest Follow Me on Vimeo

7 marzo 2014

Apple nelle mani del supermanager laureato alla Luiss



Un italiano sara' 'a guardia' del tesoro della Apple. Luca Maestri e' stato scelto come


responsabile finanziario della casa di Cupertino al posto di Peter Oppenheimer che lascera' l'incarico a settembre. Romano, 49 anni, laureato alla Luiss, Luca Maestri, dal marzo scorso e' il corporate controller della Apple, in pratica il controllore dei conti economici globali dell'azienda, e da settembre diventera' il cfo del colosso di Cupertino e cioe' il chief financial officier, il responsabile finanziario. 

In pratica riportera' direttamente al numero uno Tim Cook e sara' il custode degli oltre 100 miliardi di dollari di liquidita' della Apple. Prima di arrivare a Cupertino, Maestri, che parla fluentemente tre lingue, l'italiano, l'inglese e il portoghese, ha lavorato in tre grandi multinazionali, Gm, Nokia-Siemens e Xerox, tre grandi aziende globali che operano su mercati maturi e dunque, un po' come la Apple attuale, bisognose di affrontare nuove sfide e di rilanciarsi.

Dopo la laurea alla Luiss di Roma, Maestri e' approdato alla General Motors, dove e' restato 20 anni, facendo il globetrotter tra Usa, America del Sud, Europa e Asia. Per il gigante dell'auto di Detroit ha gestito la joint venture tra Gm e Fiat e il rilancio delle attivita' sudamericane della compagnia automobilistica. 

Nel 2008 e' passato alla joint venture telefonica tra la finlandese Nokia e la tedesca Siemens e poi e' passato alla Xerox, il colosso Usa delle macchine fotocopiatrici, in declino economico. Ambizioso, perfezionista e molto riservato, Maestri affronta ora la sfida piu' difficile della sua carriera, diventa il custode del tesoro di Apple, quei famosi 100 miliardi di dollari, accumulati grazie alla sua leadership tecnologica e ai maxi-profitti dell'era Jobs, che andranno reinvestiti e sui quali il nuovo leader Tim Cook conta molto per il futuro.