Icona RSS Icona-facebook Icona-twitter Follow Me on Pinterest Follow Me on Vimeo

11 marzo 2014

Droni + Stun gun = Taser volanti!


Vengono utilizzati per riprese scientifiche e amatoriali. È in cantiere l'idea di utilizzarli per le consegne a domicilio. Visto che i droni sono così versatili, perché non utilizzarli anche per la pubblica sicurezza?

Dev'essere questo il ragionamento che ha portato i Chaotic Moon Studios (gli ideatori del tavolo-touch-ordina-pizza) allo sviluppo di CUPID. Malgrado il tono romantico, l'acronimo sta per Chaotic Unmanned Personal Intercept Drone, e consiste in un drone equipaggiato di una vera e propria stun gun da 80.000 Volt. Per avere un'idea, basti pensare che i taser in dotazione alle forze dell'ordine americane lavorano con 50.000 Volt.

L'elicotterino è in grado di riconoscere il malintenzionato ed attivare una funzione di tracking del soggetto. Così, invece di inseguimenti potenzialmente pericolosi, sarà il drone ad intercettare e neutralizzare il soggetto con una scarica elettrica, basandosi sulla distanza percorsa o persino nel momento in cui dovesse voltarsi di schiena. Gli agenti non dovranno far altro che raggiungerlo ed ammanettarlo.

Se volete vedere CUPID in azione, ecco il video della prova sul campo: