Icona RSS Icona-facebook Icona-twitter Follow Me on Pinterest Follow Me on Vimeo

3 maggio 2014

Una stampante 3D per stampare stampanti 3D



Sembra un gioco di parole, ma è quello che stanno realizzando i ricercatori del gruppo RepRap.

Il nome, per esteso, è Replicating Rapid-prototyper, abbreviato in RepRap, ed è un progetto nato alla Bath University, in Inghilterra. L'intento del team che lo sta portando avanti è quello di fornire un'alternativa valida ma economica alle stampanti 3D attualmente in commercio.

Il principio che sta dietro RepRap è la sua replicabilità: essendo composta principalmente da parti in plastica, e potendo essa stessa stampare suddette parti, è quindi perfettamente in grado di riprodursi. Il necessario sono le cartucce, i progetti dei pezzi, scaricabili gratuitamente, e una RepRap 'madre' da cui far partire la catena di repliche.

Le spese per iniziare la catena ammonterebbero a circa 500€, ben al di sotto quindi delle più economiche stampanti 3D attualmente in commercio. Se volete vedere RepRap in azione, e ascoltare un'intervista agli ideatori del progetto, cliccate sull'immagine sottostante.